News dalla lotta dei lavoratori di Alitalia:

Appello alla Rete Sindacale internazionale di Solidarietà e di Lotta

Negli ultimi anni Alitalia, compagnia aerea nazionale, è stata privatizzata e concessa a speculatori senza scrupoli che hanno umiliato i diritti dei lavoratori e con le loro scelte industriali hanno compromesso la qualità del servizio e le potenzialità dell’azienda.

Si sono susseguiti un gruppo di speculatori italiani, prima con Air France, poi con Ethiad … tutti hanno lasciato dietro di loro solo macerie.

Ne hanno pagato il prezzo i lavoratori che in oltre 12 mila sono stati licenziati dal 2008 ad oggi.

In questi anni, i lavoratori licenziati insieme ai lavoratori attivi hanno condotto una lotta dura e coraggiosa, respingendo le umilianti manovre del governo italiano e della compagnia aerea, una battaglia che solo pochi sindacati indipendenti hanno portato avanti, mentre i sindacati del regime hanno accettato i dettami dei padroni.

Attualmente solo Cub Trasporti ed AirCrew Committee non hanno firmato le ultime misure umilianti proposte dal governo, misure già respinte dai lavoratori con un referendum, seguito dal commissariamento governativo della compagnia.

I lavoratori Alitalia resistono ancora, nonostante il governo in scadenza voglia un accordo con la compagnia aerea tedesca Lufthansa, prima delle prossime elezioni.

Crediamo che l’unico modo per dare dignità ai lavoratori e all’azienda sia la gestione pubblica del servizio e il protagonismo dei lavoratori nella definizione dei piani industriali.

CubTrasporti e AirCrew Committee rilanciano la battaglia; a partire dal prossimo sciopero del 19 gennaio 2018 implementeremo una serie di iniziative di lotta per evitare un pessimo accordo che prevede ancora migliaia di licenziamenti e la definitiva perdita di controllo pubblico della compagnia aerea nazionale!

Chiediamo la solidarietà internazionale dei lavoratori dei trasporti e auspichiamo che sia presto possibile organizzare uno sciopero internazionale del trasporto aereo per fermare l’arroganza e il cinismo delle aziende e dei governi collusi con gli speculatori.

Cub Trasporti / AirCrew Committee – con il supporto del “Fronte di Lotta No Austerity”

 

News from the fight of Alitalia workers:

Call to the International Labour Network of Solidarity and Struggles

In recent years Alitalia, Italy national airline, has been privatized and granted to unscrupulous speculators who have humiliated the rights of workers and with their industrial choise have compromised the quality of service and the potential of the company.

A group of Italian speculators followed one another, before then Air France, after then Ethiad … all of them left behind them only debris.

The workers who in over 12 thousand were sacked from 2008 to today were the ones to pay.

In these years, dismissed workers togheter with active workers have carried on a hard and courageous struggle, rejecting the humiliating maneuvers by the Italian government and by the airline company, a battle that only few independent unions trade have carried on, while the regime unions have accepted the dictates of the bosses.

Currently only Cub Transport and AirCrew Committe have not signed the latest humiliating measures proposed by the government, measures already rejected by workers with a referendum, followed by the government commissioner of the company.

Alitalia workers still resist, despite the expiring government want an agreement with the german airline Lufthansa, before next national politic election.

We believe that the only way to give dignity to the workers and to the company is the public management of the service and the protagonism of the workers in the definition of the industrial plans.

CubTrasporti and AirCrew Committee relaunch the battle, starting from the next strike on January 19, 2018 we will deploy a series of fight initiatives to avoid a very bad agreement that still provides thousands of layoffs and the definitive loss of public control of the national airline!

We demand the international solidarity of transport workers and we hope that it will be possible to organize soon an international strike of the airline transport to stop arrogance and cynicism of companies and governments colluded with speculators.

Cub Trasporti / AirCrew Committee – And support of “Fronte di Lotta No Austerity”

 

Anuncios